Sostenibilità
Sostenibilità

Il business as usual è morto: come la supply chain consente equi e modelli di business sostenibili? – evento digitale

Non ci vuole più un esperto per dire che la filiera svolge un ruolo cruciale nelle nostre società moderne. Poiché la pandemia ha interrotto il normale e complesso flusso…

Su October 01, 2021

Non ci vuole più un esperto per dire che la filiera svolge un ruolo cruciale nelle nostre società moderne. Poiché la pandemia ha interrotto il normale e complesso flusso di merci, ha anche sottolineato la nostra dipendenza, come consumatori e come imprese, su una catena di approvvigionamento agile e resiliente. Che agisca come un’ancora di salvezza in tempi di crisi o come base per transazioni commerciali più banali, la catena di approvvigionamento è l’epicentro del nostro mondo in rapida evoluzione. Di fronte alle ondate di grandi sfide ambientali e sociali, sarà abbastanza audace da andare oltre il semplice adattamento, creando una catena di approvvigionamento veramente sostenibile e aprendo la strada a modelli di mercato significativi? In un mondo governato dall’accessibilità e dall’immediatezza omnicanale, può aiutare, attraverso il suo effetto a catena, a passare a un paradigma più praticabile e contribuire a un futuro più inclusivo e sostenibile per tutti?

Con un grande potere viene una grande responsabilità. La catena di approvvigionamento può essere un punto di svolta nella lotta ai cambiamenti climatici riducendo al minimo l’impronta di carbonio dei marchi. Può avviare tendenze di consumo responsabili progettando modelli responsabili per il futuro. Può garantire migliori condizioni di lavoro e creare opportunità economiche per milioni di persone. La cooperazione sarà fondamentale per i prossimi anni: unendo le forze potremo individuare soluzioni non solo redditizie ma rilevanti per tutti. Possiamo creare le condizioni per un’innovazione significativa.

Sei pronto a partecipare al cambiamento di offerta necessario per un futuro più inclusivo e sostenibile?

Naturalmente rimangono molte domande su come ottenere questo cambio di offerta. Non ci sono soluzioni proiettili d’argento. Ma la filiera è a un punto di svolta in cui può scegliere se intraprendere o meno il percorso che abbia senso ecologico e sociale oltre che senso commerciale. Ci vorrà coraggio, intenzione, perseveranza. Richiederà nuove modalità di collaborazione, magari lavorando insieme più strettamente quotidianamente, accettando di condividere risorse o buone pratiche, osando di dipendere l’uno dall’altro. Che tu sia un produttore, un fornitore, un rivenditore, un fornitore di trasporti o logistica, che lavori nei beni di consumo, nell’industria o nella sanità, che rappresenti il settore privato o pubblico, hai un ruolo essenziale da svolgere. Possiamo diffondere migliori pratiche commerciali e, in definitiva, modi di vivere più sostenibili.

L’evento di cambio di approvvigionamento

Il 29 giugno FM Logistic ha organizzato un evento digitale per esplorare come la filiera potrebbe essere una leva per contribuire alla neutralità globale, come potrebbe mantenere un volto umano negli anni a venire, qual è la posta in gioco per il futuro dei consumi e come potremmo trovare nuovi modi di cooperare e innovare per un impatto positivo. Insieme, con il supporto di Sparknews, pioniere dell’impatto dal 2011, abbiamo sollevato con voi le domande giuste per progettare le risposte giuste.

Questo contenuto è stato interessante, utile?